Wednesday, Jul 26th

Last update10:24:18

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel

Bando fondo sociale per l'affitto

  • PDF

Sono aperti i termini per la presentazione delle domande, su modello predisposto dal Comune di Jesi, per la richiesta di contributi integrativi per il pagamento del canone di locazione.

IL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE SCADE IL 13 APRILE 2017

 

REQUISITI

 

Requisiti oggettivi:

  • Contratto di locazione regolarmente registrato ai sensi di legge;
  • Canone mensile di locazione non superiore a EURO 700,00 al netto degli oneri accessori;
  • Conduttore di un appartamento di civile abitazione (non di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata, né reperito attraverso iniziative intraprese dal Comune), iscritto al Catasto Fabbricati, che non sia classificato nelle categorie A/1, A/8, A9 e A/10.

Requisiti soggettivi:

  • Cittadino italiano o di uno Stato aderente all'Unione Europea;
  • Cittadino di uno Stato non aderente all'Unione Europea munito di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno);
  • Cittadino di uno Stato non aderente all'Unione Europea munito di un permesso di soggiorno almeno biennale, rilasciati ai sensi degli articoli 5 e 9 del D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286 come modificati dalla  Legge 30.7.2002 n. 189 e che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o autonomo, ai sensi del l'art. 40 L. 189/02;
    Per il cittadino di uno Stato non aderente all'Unione Europea, possesso di residenza anagrafica da almeno 5 anni continuativi nella Regione Marche oppure residenza anagrafica da almeno 10 anni continuativi nel territorio nazionale da attestare mediante certificatoli storico/i di residenza ovvero dichiarazione sostitutiva atto di notorietà, ai sensi dell'art. 11 comma 13 del D.L. 25 giugno 2008,  n. 112, convertito con modificazioni dalla Legge 6 agosto 2008, n. 113;
  • Residenza anagrafica nel Comune di Jesi e nell'alloggio per il quale si chiede il contributo;Mancanza di titolarità, da parte di tutti i componenti del nucleo familiare anagrafico, del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo stesso, ai sensi dell'articolo 2, comma 2°, della Legge Regionale 36/2005;
  • Valore I.S.E.E. (Indicatore Situazione Economica Equivalente) non superiore all'importo annuo dell'assegno sociale INPS (€ 5.824,91) e incidenza canone/valore ISEE non inferiore al 50%.


CRITERI E MODALITA' DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO
Il contributo massimo concedibile è calcolato sulla base dell'incidenza del canone annuo, al netto degli oneri accessori, sul valore I.S.E.E., calcolato ai sensi del D.Lgs. n. 109/98 e s.m. e i. e di importo tale da ridurre l'incidenza al 50% per un massimo corrispondente ad  1/5 dell'importo annuo dell'assegno sociale (€ 1.164,99).

I valori per il calcolo della capacità economica devono essere desunti dai redditi prodotti nell'anno 2015. Qualora l'abitazione per la quale si chiede il contributo sia occupata da più nuclei familiari anagraficamente tra loro distinti (coabitanti), deve essere inoltrata una sola richiesta e dovrà essere prodotta in allegato, la certificazione I.S.E.E. relativa a tutti i nuclei ivi residenti; in tal caso il contributo può essere concesso esclusivamente se i valori delle singole certificazioni ISEE presentate, rientrano nel limite sopra stabilito.

Il valore del canone è quello risultante dal contratto di locazione regolarmente registrato, al netto degli oneri accessori, risultante dall'ultimo aggiornamento ai fini del pagamento dell'imposta di registro. Qualora la domanda di contributo provenga da persona diversa dal titolare del rapporto locativo, avente comunque la residenza anagrafica nel medesimo appartamento, è richiesta la dichiarazione che nessun altro soggetto residente nell'appartamento ha presentato domanda di contributo.

Sulla domanda di contributo il richiedente deve specificare altresì se ha già percepito o se ha fatto richiesta di contributi per il pagamento dei canoni relativi al medesimo periodo, il richiedente avrà cura di precisare:
1)  l'importo richiesto o già percepito;
2)  la normativa in base alla quale fu presentata la domanda.
Al ricorrere delle ipotesi di cui ai commi precedenti, il Comune concede un contributo massimo pari alla differenza tra l'ammontare dell'importo concedibile ai sensi dell'articolo 11 della legge n. 431/1998 e la somma già percepita dal richiedente ad altro titolo; restano salvi ulteriori divieti di cumulo espressamente stabiliti con legge.

Il valore ISEE è ridotto del 20% in presenza di un solo reddito da lavoro dipendente o da pensione in un nucleo familiare composto da una sola persona.

MODALITA' DI DETERMINAZIONE ED EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI
Il contributo verrà erogato agli aventi diritto in maniera proporzionale all'effettivo finanziamento regionale. L'Amministrazione Comunale potrà avvalersi della facoltà di richiedere al conduttore dimostrazione, mediante inoltro di copie delle ricevute di pagamento del canone dell'intero anno 2016 ovvero dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui viene dichiarato che il conduttore ha ottemperato al versamento del canone dell'intero anno 2016, da produrre al Comune di Jesi, Area Servizi Tecnici – Piazza Indipendenza 1.
La formazione della graduatoria degli aventi diritto al contributo avverrà sulla base dell’incidenza decrescente del canone annuo sul valore ISEE.

Nell'eventualità di fondi insufficienti a soddisfare il fabbisogno, il contributo verrà determinato a favore di tutti i conduttori ammessi, tenuto conto del rapporto "fabbisogno complessivo/fondo disponibile".

DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA:
Al fine di evitare errori formali e di favorire la corretta compilazione della domanda e delle autocertificazioni ivi contenute, oltre ad allegare l'obbligatoria Certificazione I.S.E.E. firmata dal dichiarante ed in copia integrale, si chiede di allegare la seguente documentazione:

  • Copia del contratto di locazione regolarmente registrato;
  • Copia della ricevuta del pagamento dell'imposta di registro relativa all'anno 2016 (modello F23);
  • Copie ricevute pagamenti affitto delle  mensilità dell'anno 2016 o dichiarazione sostitutiva;
  • Fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità senza autenticazione della sottoscrizione;
  • Inoltre per i cittadini non appartenenti a Paesi dell'Unione europea: permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno); ovvero permesso di soggiorno almeno biennale in corso di validità e dichiarazione sostitutiva atto di notorietà attestante che nel corso dell'anno 2016 hanno svolto una regolare attività di lavoro subordinato o autonomo;
  • certificato storico oppure dichiarazione sostitutiva atto di notorietà attestante la residenza anagrafica da almeno 5 anni continuativi nella Regione Marche oppure residenza anagrafica da almeno 10 anni continuativi nel territorio nazionale.


La mancanza delle ricevute di pagamento affitto delle mensilità 2016 determina l'esclusione della domanda.

Le dichiarazioni sostitutive di certificazione rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445 del 28.12.2000 in sede di richiesta di contributo sono sottoposte a verifiche e controlli conformemente alla vigente normativa statale in materia nel rispetto anche di quanto previsto dalla vigente normativa in particolare ai casi di certificazione I.S.E.E. in cui i redditi dichiarati risultino pari a zero.

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Marzo 2017 11:57

Add comment

You are here