Sunday, Apr 30th

Last update05:04:46

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel

La “terza guerra mondiale a rate”

  • PDF

 

Ogni tanto ci svegliamo accorgendoci che la guerra infinita, iniziata nel '91 con l’aggressione all’Iraq, continua e ci regala orrori su orrori.

 

Ma mai come in queste ore la “terza guerra mondiale a rate”, ricordata da Bergoglio, sembra vicina a trasformarsi in un immane conflitto. Tutti insieme i tagliagole dell’ Isis e di Al Qaida e i dittatori come Trump ed Erdogan giocano la loro sporca partita sui corpi e sulle vite del martoriato popolo siriano, dei curdi e di tutti i popoli del medio oriente.

lo schema è quello collaudato (bastino l’Iraq e la Libia a ricordarcelo), drammatiche immagini per suscitare l’indignazione dell’opinione pubblica, un colpevole conclamato, stavolta Assad (anche se il regime siriano ha consegnato all’ONU i suoi arsenali chimici dal 2014), e poi le operazioni per la “giusta punizione”, cioè grappoli e grappoli di bombe intelligenti. Come in Iraq e in Libia si prova a liquidare un regime che purtuttavia rappresenta un argine all’integralismo (e forse la vecchia foto della cena cordiale tra Bush e Bin Laden può spiegare più di tante analisi). Di fronte a tutto questo, di fronte agli orrori, di fronte alla barbarie la risposta è la pace e la solidarietà attiva.

Torni in piazza il movimento per la pace per impedire che il realismo delle cancellerie europee si allinei a fianco del fascistoide Trump e condannino invece i bombardamenti sulla Siria per quello che sono, un vero e proprio atto terroristico.

 

Torni in piazza il movimento per la pace per chiedere per i profughi delle guerre accoglienza e sostegno cancellando le leggi liberticide di Minniti-Orlando

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Aprile 2017 11:05

Add comment

You are here