Friday, Sep 22nd

Last update03:25:33

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel

Politica

Occorre esserci

  • PDF

Il Comitato per la Democrazia Costituzionale - che nella Vallesina si è impegnato a contrastare il progetto governativo di demolizione dei principi cardini della Costituzione italiana - non ha esaurito la propria ragione d’essere con la schiacciante affermazione del NO al Referendum del 4 dicembre 2016.

Il Comitato ha solo contribuito a sventare una schi-forma imbarazzante per la sfacciata pretesa del Governo di imporla al popolo italiano. Il ricatto della governabilità - irritante tanto più quando giunge da chi ha responsabilità di governo - non ha funzionato. La maggioranza dei votanti si è presentata alle urne mantenendo la schiena dritta e dimostrando una straordinaria maturità politica.

 

Commetteremmo un gravissimo errore di valutazione se ritenessimo concluso il nostro impegno civico.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Febbraio 2017 17:39

Il Comitato per il NO sulla visita della ministra Boschi a Jesi

  • PDF

 

La ministra delle Riforme Boschi, nota costituzionalista, prima di infondere a Termoli, domenica scorsa, il suo nuovo ed esilarante assioma “nuova Costituzione – lotta al terrorismo” onora Jesi della sua bella presenza, nel lungo tour pro-referendum. La città regia però se ne accorge solo a cose fatte. In segreto, anzi, in privato e su invito, la giovane aretina incontra gli imprenditori del “si”. Presenti, semi clandestini: prefetto, questore, rappresentanti delle forze dell’ordine, sindaco e alcuni giornalisti privilegiati; assenti: i cittadini e perfino i rappresentanti del partito di cui la ministra è membro.

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Luglio 2016 16:31

Le ragioni del No alla riforma costituzionale

  • PDF

 

Sabato 11 giugno alle 18, presso il Palazzo dei Convegni di Jesi, si è tenuta  una conferenza sul tema “LE RAGIONI DEL NO” alla Riforma Costituzionale, su cui è indetto il Referendum confermativo nel prossimo Ottobre. Relatori sono stati il Prof. Nicola Viniello (docente di Diritto all’Istituto G. Galilei di Jesi) e il Prof. Roberto Mancini (Ordinario di filosofia teoretica l’Università di Macerata). Moderatrice la Sig.ra Carmen Contardi  in rappresentanza del Comitato per la Democrazia Costituzionale (CDC), che si è recentemente costituito a Jesi.

Ultimo aggiornamento Giovedì 16 Giugno 2016 11:01

Si è dimesso l'assessore a Viabilità e Lavori pubblici Sergio Garofoli

  • PDF

bacci_e_garofoliL'assessore ai Lavori Pubblici e Viabilità, Sergio Garofoli (nella foto al momento della designazione), ha rassegnato le dimissioni. Nessuna motivazione indicata nel comunicato stampa diffuso dal Comune. In passato aveva dichiarato che si sarebbe dimesso se non fossero partiti i cantieri di lavoro previsti. Le scelte sbagliate e contestate sulla viabilità e la drastica riduzione del Piano Triennale delle Opere pubbliche hanno fatto il resto. Un fallimento non da poco per l'Amministrazione Bacci.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Luglio 2014 11:51

2001 odissea nelle mense: le ragioni del sindaco Polita

  • PDF

menseQuesto è il secondo atto del nostro percorso nella storia delle mense. Abbiamo detto che nel 2000-2011 l'Amministrazione Polita decide di mettere mano al servizio di refezione scolastica. Un progetto iniziale che prevedeva l'esternelizzazione e la nascita di un unico punto cottura. Alcuni partiti di opposizione e un comitato cittadino manifestano contro il progetto e riescono a spostare la Giunta Polita su posizioni meno intransigenti. 

Nel consiglio comunale del 12.01.2001 il sindaco, dopo aver ascoltato l'intervento del rappresentante del comitato dei genitori, spiega alla platea il proprio progetto di razionalizzazione delle mense scolastiche. Un intervento interessante che punta sul dialogo e la partecipazione. 

Ultimo aggiornamento Martedì 15 Aprile 2014 09:29

You are here